Ospiti in cucina: la ricetta di Alessandra Colucci

Ospite in cucina Alessandra Colucci, meglio conosciuta in rete con il nick name alebrandcare, donna in carriera imprenditrice ma anche docente per lo IED.

Le piace cucinare ma il tempo spesso è tiranno e così, pur di non rinunciare al buon cibo e ai suoi piatti preferiti, sperimenta ricette che soddisfino il suo palato, e quello dei suoi ospiti, sfruttando il tempo a sua disposizione.
Lascio la parola alla mia ospite.

Pur adorando la pizza, non avevo mai il tempo necessario per prepararla secondo la ricetta tradizionale che consiglia non meno di 2-3 ore di lievitazione (la perfezione ne richiede addirittura 8).

Una sera, in mancanza del lievito istantaneo e in preda a un’inarrestabile voglia di pizza, ho provato a sostituire l’acqua necessaria all’impasto con la birra e a saltare del tutto il momento della lievitazione e il risultato è stato ottimo. L’esperimento era riuscito: avevo una ricetta gustosa per mangiare la pizza fatta in casa in tempi da record. 
Ovviamente non aspettatevi una pizza morbida come quella napoletana, ma croccante e leggermente biscottata.

Ricetta: La pizza al volo grazie alla birra
Ingredienti per 4 pizze [teglia da 30 cm di diametro]

Per l’impasto
1 kg di farina
50 cl di birra (una lattina grande, la birra che preferite, anche con la rossa viene benissimo)
10 cucchiai da minestra di olio d’oliva extravergine (uno per ogni etto di farina)
1 cucchiaino da thè di sale

Mettere tutti gli ingredienti in una grossa terrina o insalatiera (meglio sporcare il meno possibile!). Con il cucchiaio utilizzato per dosare l’olio aiutarsi inizialmente a mescolare il tutto e poi proseguire manipolando l’impasto con le dita e con i palmi delle mani fino a ottenere un panetto morbido, elastico e liscio (ossia per nulla appiccicoso).
Dividere l’impasto in quattro parti uguali, ognuna delle quali andrà stesa un una teglia da 30 cm di diametro aiutandosi con i polpastrelli o, se si preferisce, lavorandola prima con il matterello fino a creare una circonferenza dallo spessore uniforme.
Una volta nella teglia la pizza può essere condita a piacere e infilata nel forno già caldo a 220° C circa. Di seguito alcuni esempi.

Pizze rosse (ingredienti per guarnire una pizza)

Margherita – in una ciotola mischiare 1/3 di bottiglia di salsa di pomodoro, un pizzico di sale, due pizzichi di origano, un cucchiaino da thé di olio extravergine. Aiutandosi con un cucchiaio da misestra, stendere uniformemente la salsa sulla base della pizza e infornare. Quando mancano 5-6 minuti a fine cottura, aggiungere una mozzarella sminuzzata o tagliata a fette sottili distribuendola su tutta la superficie della pizza e basilico a piacere, poi finire di cuocere.

Margherita con peperoni e salame piccante – in una ciotola mischiare 1/3 di bottiglia di salsa di pomodoro, un pizzico di sale, due pizzichi di origano, un cucchiaino da thé di olio extravergine. Aiutandosi un cucchiaio da misestra, stendere uniformemente la salsa sulla base della pizza, aggiungere una mozzarella tagliata a fette sottili distribuendola su tutta la superficie della pizza e, sopra di essa, sistemare uniformemente mezzo peperone sminuzzato. Pronta per il forno. Quando mancano 2-3 minuti a fine cottura, aggiungete qualche fetta di salame piccante e re-infornate.

Pachino e origano – Tagliare in quattro 250 grammi di pachino. Sistemare ogni spiccio sulla base della pizza con la “buccia” rivolta verso l’esterno e avendo cura di pigiarlo sulla pasta in modo che ne fuoriesca tutto il succo. Una volta sistemati tutti i pezzetti di pachino – se procedete seguendo la forma della teglia, alla fine la pizza avrà anche un aspetto gradevole -, spolveraci sopra dell’origano, un pizzico di sale, un po’ di pepe e aggiungere un filo d’olio extravergine, per poi infornare il tutto.

Pizze bianche (ingredienti per guarnire una pizza)

Mozzarella, zucchine e alici – Tagliare una mozzarella a fettine sottili e disporla uniformemente sulla base della pizza. Tagliare una zucchina grande (o due piccole) a fette molto sottili, sistemarle sopra la mozzarella una accanto all’altra o una poco sovrapposta all’altra – se procedete seguendo la forma della teglia, alla fine la pizza avrà anche un aspetto gradevole – e “disseminate” sul risultato del vostro lavoro piccoli pezzatti di acciuga. Un filo d’olio d’oliva extravergine, un pizzico di sale, una spolveratina di pepe e non vi resterà che aspettare che cuocia.

Mozzarella e funghi – Tagliare una mozzarella a fettine sottili e disporla uniformemente sulla base della pizza. Tagliare a fettine sottili 3-4 champignon (vanno bene anche quelli in barattolo, ma ricordate di eliminare bene tutta l’acqua: se necessario strizzarli un po’) e sitemarli sopra la mozzarella . Condire con un pizzico di sale, un filo d’olio e pepe quanto basta. A fine cottura, se vi piace, potete aggiungere un po’ di prezzemolo finemente tritato.

Broccoletti e salsiccia – Saltare in padella 250 grammi di broccoletti con olio extravergine d’oliva, aglio, peperoncino e un pizzico di sale dopo aver fatto soffriggere un po’ il condimento. Tagliare una mozzarella a fettine sottili e disporla uniformemente sulla base della pizza. Sistemare i broccoletti sopra la mozzarella in modo che siano presenti su tutta la superficie e aggiungere pezzetti di salsiccia – a cui precedentemente si sarà tolta la pelle – qui e là e mettere in forno.

Stracchino e radicchio – Spalmare 250 grammi di stracchino su tutta la superficie della pizza. Sminuzzare mezzo radicchio rosso e distribuirlo uniformemente sopra lo stracchino. Condire con olio extravergine d’oliva, sale e pepe a piacere e infornare.

Mozzarella e patate – Tagliare una mozzarella a fettine sottili e disporla uniformemente sulla base della pizza. Tagliare 2-3 patate a fette sottili, sistemarle sopra la mozzarella una accanto all’altra o una poco sovrapposta all’altra – se procedete seguendo la forma della teglia, alla fine la pizza avrà anche un aspetto gradevole -, condite con un filo d’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e una spolverata di pepe e mettete in forno.

Tempo di preparazione: io per quattro pizze impiego meno di mezz’ora.
Tempo di cottura: 25-30 minuti nel forno già riscaldato a 220°C
N.B. Come avrete letto, si consiglia di disporre la mozzarella sotto gli altri ingredienti (eccezion fatta per la margherita), se la preferite sopra la si può aggiungere verso fine cottura in modo che non si bruci.

Buon appetito! :)

Post correlati:

Commenti
Una Risposta a “Ospiti in cucina: la ricetta di Alessandra Colucci”
  1. ANNA says:

    Fantastica ricetta, da mettere subito in pratica, specialmente per chi deve sempre combattere col tempo tiranno!

Lascia un commento

Notify me of followup comments via e-mail. You can also subscribe without commenting.